Archivio mostre
Jorrit Tornquist - La forma e il suo labyrinthus (04/04/2007 -05/05/2007 )

Promossa dal Museo Fondazione Luciana Matalon di Milano in collaborazione con l' Istituto Nazionale 
d'Arte Contemporanea , s'inaugura il 4 aprile 2007 negli spazi del Museo, la mostra antologica JORRIT 
TORNQUIST. La forma e il suo labyrinthus. 
Jorrit Tornquist nasce nel 1938 in Austria, a Graz, dove compie gli studi di biologia e d'architettura e dove 
muove i primi passi nel mondo artistico. Dal 1964 vive in Italia, dal 1992 ottiene la cittadinanza italiana pur 
mantenendo quella austriaca. 
La sua ricerca, fin 1959, è un appassionato studio del colore, sia nel suo rapporto con la luce e con la 
superficie del dipinto, sia nelle sue potenzialità di azione sull'ambiente, soprattutto in ambito architettonico. Il 
suo approccio alla pittura è sempre stato di tipo scientifico: una ricerca che tende, soprattutto nelle ultime 
opere, alla materializzazione dell'oggetto attraverso la luce e che si rivolge non solo alla percezione del 
colore e al suo rapporto con la luce, ma anche alle sue funzioni in natura e agli effetti psicologici sull'uomo. 
Jorrit Tornquist è anche un color designer: progetta l'aspetto cromatico di edifici e costruzioni affinché si 
inseriscano meglio nell'ambiente circostante. 

Promossa dal Museo Fondazione Luciana Matalon di Milano in collaborazione con l' Istituto Nazionale d'Arte Contemporanea , s'inaugura il 4 aprile 2007 negli spazi del Museo, la mostra antologica JORRIT TORNQUIST. La forma e il suo labyrinthus. 

Jorrit Tornquist nasce nel 1938 in Austria, a Graz, dove compie gli studi di biologia e d'architettura e dove muove i primi passi nel mondo artistico. Dal 1964 vive in Italia, dal 1992 ottiene la cittadinanza italiana pur mantenendo quella austriaca. 

La sua ricerca, fin 1959, è un appassionato studio del colore, sia nel suo rapporto con la luce e con la superficie del dipinto, sia nelle sue potenzialità di azione sull'ambiente, soprattutto in ambito architettonico. Il suo approccio alla pittura è sempre stato di tipo scientifico: una ricerca che tende, soprattutto nelle ultime opere, alla materializzazione dell'oggetto attraverso la luce e che si rivolge non solo alla percezione del colore e al suo rapporto con la luce, ma anche alle sue funzioni in natura e agli effetti psicologici sull'uomo.

Jorrit Tornquist è anche un color designer: progetta l'aspetto cromatico di edifici e costruzioni affinché si inseriscano meglio nell'ambiente circostante.