Archivio mostre
Kazuo Kimura - Hokuga sumie. La pittura a inchiostro di sogno (02/05/2003 -31/05/2003 )

 

La Fondazione Luciana Matalon è lieta di presentare la mostra personale di Kazuo Kimura dal titolo "Hokuga sumie. La pittura a inchiostro del sogno".
 
Kazuo Kimura è nato a Nagoya nel 1949, pittore, architetto e monaco buddista, espone per la prima volta in Italia grazie alla collaborazione del Centro di Cultura Italia-Asia "Guglielmo Scalise" di Milano e della Fondazione Matalon e con il patrocinio del Comune di Milano, Cultura e Musei - Settore Musei e Mostre e del Consolato Generale del Giappone.

L'intento di questa mostra è di far conoscere in Italia l'antica pittura a inchiostro hokuga, praticata ormai in Giappone da pochissimi artisti e tramandata di maestro in maestro.
Lo stile pittorico hokuga si sviluppò in Cina mille anni fa e diventò una forma d'arte diffusa tra i monaci e guerrieri giapponesi medioevali.
Attraverso il delicato chiaroscuro della china l'hokuga realizza la prospettiva, la tridimensionalità, il movimento e il senso di vitalità. L'armonia e l'alto livello di espressività del tratto sono ottenuti cambiando e combinando la forza e la velocità del pennello nel tracciare linee rette e curve.
Nella pittura a inchiostro apparentemente i colori della natura vengono eliminati, ma la sensibilità di Kazuo Kimura percepisce l'essenza nascosta nella multicolore natura che è davanti ai suoi occhi e si sforza di esprimerla con tutta la gamma di grigi che si trovano tra il bianco e il nero, riuscendo a dare al disegno una profondità di prospettiva e un'armonia infinita di tonalità chiamate "le cinque gradazioni dell'inchiostro".
Il significato dell'esistenza e della vita dell'oggetto che Kimura vuole rappresentare viene espresso in modo astratto secondo il suo punto di vista, così che la visione del dipinto comporta una proiezione di sé nello stesso, stimola la capacità immaginativa e diventa motivo di riflessione.
La pittura si ispira al paesaggio, alla fauna con fiori e uccelli, ai ritratti di personaggi importanti e nasce principalmente da una ricerca filosofica e spirituale. Compaiono anche tematiche che hanno a che fare con lo Zen. L'esposizione comprende più di centocinquanta opere, articolate in tre sezioni: il mondo celeste, il mondo terrestre e il mondo umano,che rappresentano i concetti fondamentali della pittura hokuga, il rispetto per la vita e l'armonia con la natura. Dice il maestro: "La vita è la cosa più importante. Quando traccio una linea o dipingo un quadro ricerco un'espressione che abbia vita, canto lo spirito originario nel rispetto dell'uomo e di tutti gli esseri viventi".
In occasione dell'inaugurazione il maestro Kimura si esibirà in una performance durante la quale illustrerà i modi della pittura hokuga.