Archivio mostre
World of bicycles - mostra fotografica (11/12/2002 -01/02/2003 )

Si inaugura a Milano il 10 Dicembre alle ore 18.30, alla presenza delle glorie del ciclismo nazionale e del gionalismo sportivo, la mostra "World of bicycles", promossa da Fratelli dell'Uomo nell'ambito della campagna Riciclando, la raccolta di biciclette usate per il Burkina Faso sponsorizzata dalla Gazzetta dello Sport. 

Franco Ballerini, Felice Gimondi, Fiorenzo Magni, Alfredo Martini, Francesco Moser, Paolo Savoldelli, insieme a Sergio Cusani, ai Pizzuli e ai fratelli Giovanni e Silvio Soldini, sono testimonial di World of bicycles, un racconto fotografico sull'uso della bicicletta nei paesi del sud del mondo. L'obiettivo di Bruno Sananès, quarantenne fotografo francese, è di tracciare un percorso ideale su due ruote, incrociando sguardi di uomini, donne e bambini che hanno fatto della bicicletta il loro strumento di lavoro, trasporto, ma anche di svago e, in mancanza di telefono, di comunicazione. 

Bruno Sananès ha cominciato a lavorare al progetto "World of bicycles"nel 1995, realizzando le prime foto in bianco e nero durante un viaggio in Vietnam. La collezione durante gli anni successivi si è arricchita documentando le realtà del Bangladesh, Bolivia, Birmania, Cina, Egitto, Marocco, per approdare al Festival Internazionale del Fotogiornalismo di Perpignan dove si è imposto all'attenzione della critica internazionale.

Il reportage "World of bicycles" è apparso su The Indipendent, il Venerdì di Repubblica, Geo e, arrivato a conprendere una quarantina di foto, è oggi ospite della Fondazione Luciana Matalon, che ha messo a disposizione gratuitamente i propri spazi nel cuore di Milano.

Fratelli dell'Uomo, con la mostra fotografica "World of Bicycles" si propone di raccogliere fondi per formare, in Burkina Faso, giovani meccanici riparatori di biciclette che possano, una volta appreso il mestiere, aprire officine nei villaggi di appartenenza. Le fotografie di Sananès, alla fine della mostra, saranno infatti riprodotte in tiratura limitata e vendute a quanti vorranno sostenere il progetto. L'iniziativa si inserisce all'interno della campagna Ribiciclando, una raccolta di biciclette usate che i Fratelli dell'Uomo ha lanciato a seguito del giro d'Italia 2001.