Archivio mostre
Giorgio Scaini - La donna di cuori (16/10/2007 -10/11/2007 )

 

Il Museo Fondazione Luciana Matalon è lieto di ospitare la personale dell’artista Giorgio
Scaini, dal titolo La donna di cuori, a cura di Francesca Pensa.
Giorgio Scaini, artista dalla personalità schiva e discreta, è capace di affascinare e
conquistare lo spettatore attraverso la dinamicità espressiva delle sue opere. Come spiega
Francesca Pensa, esse non si offrono però come presenze perentorie, bensì sono capaci di
dialogare con chi le osserva grazie al sottile gioco di seduzione che le loro fattezze
liricamente perfette sanno provocare.
Quasi tutte soggetti femminili, sono spesso accompagnate da oggetti o animali che rivelano e
al contempo celano e riformulano aspetti della loro sfuggente personalità, come ammaliatrici
eleganti che incantano con gesti e ammiccamenti raffinati, ma che si sottraggono con
leggiadria a uno sguardo troppo invadente.
Scaini calibra le atmosfere inserendo le figure femminili in simmetriche ed equilibrate
partizioni compositive: inserite in uno spazio complice, queste opere sembrano porsi come
interlocutori di un dialogo interiore, fatto di corrispondenze e assonanze emotive.
L'abilità dell'artista si rivela in tutta la sua incisività nell’ essere capace di padroneggiare la
tecnica non limitandosi alla semplice espressione classica, bensì facendone uso per
raggiungere una libertà di comunicazione più piena e feconda, per parlare al cuore dello
spettatore, senza accontentarsi di uno sguardo frettoloso o superficiale.
In mostra sculture e disegni preparatori.
Giorgio Scaini nasce a Goito (Mn) nel 1940 e si diploma nel 1963 conseguendo il premio Titta all'Accademia di
Brera. I suoi maestri sono Francesco Messina ed Enrico Manfrini. L'amore per la scultura e l'insegnamento sono
alla base della sua esperienza di vita. E' stato docente di “Plastica ed Educazione alla Visione” dal 1965 al 1976
presso l'Istituto Statale d'Arte di Cantù; di “Disegno e Copia dal Vero”alla Scuola d'Arte del Castello di Milano; di
“Plastica” alla Sezione Orafi dell'Umanitaria di Milano; e docente di “Figura Disegnata” al Liceo Artistico Statale di
Brera a Milano, città in cui vive e svolge la sua attività di scultore. Scaini ha partecipato a numerose mostre
collettive e personali in varie città italiane

Il Museo Fondazione Luciana Matalon è lieto di ospitare la personale dell’artista Giorgio Scaini, dal titolo La donna di cuori, a cura di Francesca Pensa.

Giorgio Scaini, artista dalla personalità schiva e discreta, è capace di affascinare e conquistare lo spettatore attraverso la dinamicità espressiva delle sue opere. Come spiega Francesca Pensa, esse non si offrono però come presenze perentorie, bensì sono capaci di dialogare con chi le osserva grazie al sottile gioco di seduzione che le loro fattezze liricamente perfette sanno provocare.

Quasi tutte soggetti femminili, sono spesso accompagnate da oggetti o animali che rivelano e al contempo celano e riformulano aspetti della loro sfuggente personalità, come ammaliatrici eleganti che incantano con gesti e ammiccamenti raffinati, ma che si sottraggono con leggiadria a uno sguardo troppo invadente. Scaini calibra le atmosfere inserendo le figure femminili in simmetriche ed equilibrate partizioni compositive: inserite in uno spazio complice, queste opere sembrano porsi come interlocutori di un dialogo interiore, fatto di corrispondenze e assonanze emotive.

L'abilità dell'artista si rivela in tutta la sua incisività nell’ essere capace di padroneggiare la tecnica non limitandosi alla semplice espressione classica, bensì facendone uso per raggiungere una libertà di comunicazione più piena e feconda, per parlare al cuore dello spettatore, senza accontentarsi di uno sguardo frettoloso o superficiale.

In mostra sculture e disegni preparatori.

Giorgio Scaini nasce a Goito (Mn) nel 1940 e si diploma nel 1963 conseguendo il premio Titta all'Accademia di Brera. I suoi maestri sono Francesco Messina ed Enrico Manfrini. L'amore per la scultura e l'insegnamento sono alla base della sua esperienza di vita. E' stato docente di “Plastica ed Educazione alla Visione” dal 1965 al 1976 presso l'Istituto Statale d'Arte di Cantù; di “Disegno e Copia dal Vero”alla Scuola d'Arte del Castello di Milano; di “Plastica” alla Sezione Orafi dell'Umanitaria di Milano; e docente di “Figura Disegnata” al Liceo Artistico Statale di Brera a Milano, città in cui vive e svolge la sua attività di scultore. Scaini ha partecipato a numerose mostre collettive e personali in varie città italiane