News&Eventi
“UN COEUR EN HIVER” concerto di musica da camera
18/03/2017

Un coeur en hiver Presentazione 00 1 1

 

Perché il primo concerto di primavera ha un titolo ancora invernale ?
“Un coeur en hiver” è il titolo di un bel film francese del 1992 interpretato da
Emmanuelle Béart e Daniel Auteuil, ma la cui vera protagonista è la musica per violino di
Maurice Ravel; per questo abbiamo pensato di prendere in prestito il titolo del film per
questo concerto tutto francese e tutto violino ( e pianoforte, naturalmente ! )
Le interpreti del concerto saranno due giovanissime musiciste milanesi, già premiate
in numerosi concorsi ed con all’attivo una intensa carriera come soliste e cameriste: la
violinista Francesca Bonaita e la pianista Alice Baccalini. Il concerto ci permetterà di
ascoltare nella prima parte la Sonata di Cesar Frank, vero punto di riferimento del
repertorio violinistico, mentre la seconda sarà dedicata a Maurice Ravel con la sua
seconda Sonata e il virtuosistico pezzo da concerto Tsigane.
Programma
César Franck
Sonata in la maggiore per violino e pianoforte
- Allegretto ben moderato
- Allegro
- Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia
- Allegretto un poco mosso
Maurice Ravel
Sonata in sol maggiore per violino e pianoforte
- Allegretto
- Blues: Moderato
- Perpetuum mobile: Allegro
Maurice Ravel
Tzigane per violino e pianoforte
Per Informazioni

Perché il primo concerto di primavera ha un titolo ancora invernale ?

“Un coeur en hiver” è il titolo di un bel film francese del 1992 interpretato da Emmanuelle Béart e Daniel Auteuil, ma la cui vera protagonista è la musica per violino di Maurice Ravel; per questo abbiamo pensato di prendere in prestito il titolo del film per questo concerto tutto francese e tutto violino ( e pianoforte, naturalmente ! ) Le interpreti del concerto saranno due giovanissime musiciste milanesi, già premiate in numerosi concorsi ed con all’attivo una intensa carriera come soliste e cameriste: la violinista Francesca Bonaita e la pianista Alice Baccalini. Il concerto ci permetterà di ascoltare nella prima parte la Sonata di Cesar Frank, vero punto di riferimento del  repertorio violinistico, mentre la seconda sarà dedicata a Maurice Ravel con la sua seconda Sonata e il virtuosistico pezzo da concerto Tsigane.

 

Programma

César Franck

Sonata in la maggiore per violino e pianoforte

- Allegretto ben moderato

- Allegro

- Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia

- Allegretto un poco mosso

Maurice Ravel

Sonata in sol maggiore per violino e pianoforte

- Allegretto

- Blues: Moderato

- Perpetuum mobile: Allegro

Maurice Ravel

Tzigane per violino e pianoforte

 

Francesca Bonaita, nata a Milano nel 1997, si è diplomata a soli diciassette anni con il

massimo dei voti e lode presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, sotto la guida di

Gabriele Baffero, ottenendo il prestigioso Premio Pina Carmirelli quale miglior diplomata

in violino dell’anno accademico. Ora si perfeziona con il violinista russo Sergej Krylov,

ammessa al Master of Arts in Music Performance presso il Conservatorio di Lugano e dal

2014 studia all’Accademia Internazionale W. Stauffer di Cremona allieva di Salvatore

Accardo, di cui frequenta i Corsi di Perfezionamento all’Accademia Chigiana di Siena. Ha

conseguito la maturità classica con il massimo dei voti presso il Liceo G. Parini e prosegue

gli studi umanistici all’Università degli Studi di Milano, vincitrice della borsa di studio

Exploit your talent 2015-2016. Ha partecipato a numerosi masters d’interpretazione

violinistica dei Maestri Sergej Krylov, Dmitri Chichlov, Ilya Grubert, Francesco Manara,

Pavel Vernikov. Ha suonato per importanti rassegne e sedi musicali, in Italia – Teatro degli

Arcimboldi, Sala Verdi, Auditorium Fondazione Cariplo, Teatro Dal Verme, Palazzo

Durini, Società del Giardino, a Milano, Palazzo Barolo a Torino, Palazzo Chigi Saracini a

Siena, Teatro Ponchielli per Omaggio a Cremona, Fazioli Milano, Serate Musicali - e

all’estero, in Inghilterra, Svizzera, Germania, Grecia, Romania. E’ vincitrice di numerosi

concorsi internazionali, XIV Concorso Internazionale Valsesia Musica Juniores, European

Music Competition Moncalieri, Concorso Internazionale della Comunità Europea

Fondazione Pescetto, V Concorso Internazionale Premio Crescendo Firenze, 7

International Music Competition Rhodes, 9 International Competition Loutraki, Premio

Marco Allegri alla XIX Rassegna Migliori Diplomati d’Italia, Castrocaro Classica,

ottenendo anche il premio del pubblico. Nel 2016 è vincitrice del primo premio assoluto

del VI Concorso Fondazione Milano Giovani Musicisti; primo premio assoluto di categoria

a Valtidone Music Competition; de International Competition Soloist.eu Vienna con

l’esecuzione del Concerto per violino e orchestra di Tchaikovsky con l’Orchestra

Filarmonica Mihail Jora di Bacau; I premio all’American Protégé International Concerto

Competition 2016, professionals category, invitata a esibirsi alla Carnegie Hall di New York

nel Novembre 2016; prima classificata al VII Premio Francesco Geminiani 2016, grazie a

cui le è assegnato in comodato un violino di Alta Liuteria italiana (Giuseppe Sgarbi, Roma

1886).

 

Alice Baccalini ha svolto gli studi di pianoforte presso il Conservatorio di Milano, dove si

è diplomata all’età di 15 anni con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionata con Franco

Scala e Jin Ju all’Accademia di Imola, con Lev Natochenny e Nami Ejiri alla Hochschule

für Musik di Francoforte, con Nune e Tatevik Hairapetian e con Elisso Virsaladze alla

Scuola di Musica di Fiesole. A giugno 2015 ha conseguito il Master in Performance presso

il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano, sotto la guida di Nora Doallo. Ha

partecipato a masterclass con Ashkenazy, Badura-Skoda, Lucchesini, Soriano, M. Abbado,

Pescia, Risaliti, Kocsis, Zilberstein, Cabassi. Ha esordito a 10 anni nella Sala Verdi del

Conservatorio di Milano per la Società dei Concerti. A Milano, ha suonato per la Società

dei Concerti, le Serate Musicali, LaVerdi, Milano Musica, la Triennale, il Museo del Novecento,

il Museo Diocesano, i Loggionisti della Scala, l’Università Bocconi, l’Università

Statale, la Società Umanitaria, il Carcere di Opera, Palazzo Marino. Inoltre, ha tenuto

concerti presso la Società Carducci e il Teatro Sociale di Como, l’Auditorium delle Clarisse

di Rapallo, il Teatro lirico di Magenta, Villa Durazzo a Santa Margherita Ligure, Orta

Festival, il Festival Mozart di Rovereto, Palazzo Monsignani a Imola, Mondo Musica a

Cremona, l’Accademia Filarmonica di Roma, il Teatro Guglielmi a Massa Carrara, la casa

dell’Ariosto a Reggio Emilia, i Conservatori di Genova e Treviso, gli Amici della Musica di

Padova. Ha partecipato all’incisione dell’integrale delle sonate di Beethoven per

l’Accademia di Imola. Si è esibita in Germania all’Alte Oper di Francoforte, ad Offembach

am Main, all’International Music Festival di Burgos (Spagna), a Stode (Svezia), al Long

Lake Festival di Lugano e per Jeunes Talents a Parigi. Tra i direttori che l’hanno diretta

come solista, Tito Ceccherini (Orchestra Filarmonica del Conservatorio di Milano), Emilio

Suvini (Orchestra Sinfonica Città di Magenta), Giuseppe Lanzetta (I Pomeriggi Musicali),

Fabiano Monica e Amedeo Monetti (Orchestra Giovanile del Conservatorio di Milano),

Andrea Raffanini (Orchestra Giovanile Totem). Nell'ottobre 2010 ha vinto il primo premio

al XX concorso Nazionale della Società Umanitaria di Milano, grazie al quale è stata

invitata a tenere un concerto presso il Museè Debussy di Parigi. E’ stata successivamente

invitata a Barcellona, Amburgo, Copenhagen, Turku, Oslo, Vilnius, Palanga, Lubiana,

Zagabria, Belgrado e Podgorica su invito dei Conservatori di quelle città in collaborazione

con gli Istituti di Cultura Italiana all’Estero. Nel novembre 2011 Alice ha vinto il primo

premio al XXI concorso Internazionale della Società Umanitaria di Milano. Alice svolge

inoltre un'intensa attività cameristica: nell’aprile 2008, in trio con Caterina Demetz e

Ingrid Ruko, ha vinto il primo premio al concorso Beltrami di Musica da Camera,

esibendosi poi per la Società dei Concerti di Milano e incidendo per la Radio Vaticana. Ha

inoltre collaborato con i violinisti, Pavel Vernikov, Svetlana Makarova e Cecilia Ziano, il

sassofonista Riccardo Guazzini, il Quartetto Lyskamm, i pianisti Emanuele Delucchi e

Tatiana Larionova. In occasione del Galà di Capodanno dell’Accademia di Ballo, Alice è

stata invitata a suonare “Gymnopédie” di E. Satie al Teatro alla Scala di Milano. Dal 2011

 

Alice insegna pianoforte alla Scuola di Musica Cluster di Milano