News&Eventi
Presentazione del lIbro "Come vuole la vita" di Ana danca
21/09/2017

978889866251700140175

 

La scrittrice rivela – “Questo libro autobiografico vuole essere un momento di
riflessione sulla reale condizione femminile oggi. Per tutto c’è una spiegazione
e sono convinta che il tempo e la pazienza mi porteranno a vedere il disegno
finale che i fili della mia vita hanno intrecciato fino ad oggi. A tutto c’è rimedio:
alla solitudine, alla tristezza, all’infelicità, anche all’alcol, ai soprusi o alle ferite
visibili e invisibili che un uomo violento ha lasciato sul mio corpo e sul mio
cuore…” La scrittrice Ana Danca, vedova con due figli, vive da venti anni a
Mantova, ma è nata in Moldavia in un paese povero e di tradizione contadina
dove il tempo è scandito dalle campagne della chiesa cattolica. La sua prima
opera letteraria è già stata presentata in molti luoghi cittadini e della provincia,
a Verona e alla Casa Internazionale delle Donne di Roma. Inoltre, grazie a
Carla Somensari, coordinatrice di Mantova del Centro Internazionale del Libro
Parlato ” A. Sernagiotto”, è stato possibile registrare l’opera in formato CD,
inserito fra gli audiolibri del Centro stesso.


 

La scrittrice rivela: “Questo libro autobiografico vuole essere un momento di riflessione sulla reale condizione femminile oggi. Per tutto c’è una spiegazione e sono convinta che il tempo e la pazienza mi porteranno a vedere il disegno finale che i fili della mia vita hanno intrecciato fino ad oggi. A tutto c’è rimedio: alla solitudine, alla tristezza, all’infelicità, anche all’alcol, ai soprusi o alle ferite visibili e invisibili che un uomo violento ha lasciato sul mio corpo e sul mio cuore…” La scrittrice Ana Danca, vedova con due figli, vive da venti anni a Mantova, ma è nata in Moldavia in un paese povero e di tradizione contadina dove il tempo è scandito dalle campagne della chiesa cattolica. La sua prima opera letteraria è già stata presentata in molti luoghi cittadini e della provincia, a Verona e alla Casa Internazionale delle Donne di Roma. Inoltre, grazie a Carla Somensari, coordinatrice di Mantova del Centro Internazionale del Libro Parlato ” A. Sernagiotto”, è stato possibile registrare l’opera in formato CD, inserito fra gli audiolibri del Centro stesso.

 

Presentazione a cura di Maddalena Allievi

Educatrice Professionale, ha operato nella riabilitazione sociale e lavorativa di persone con problemi mentali, in particolari giovani al primo esordio di malattia. Segue gruppi di insegnanti di scuola primaria e materna per discutere della relazione con bambini in difficoltà. Attualmente collabora presso la Casa delle Associazioni e del Volontariato della zona 1 di Milano, come responsabile del progetto Girolibro, una biblioteca di booksharing in cui i libri si prendono, si leggono e poi si fanno girare per la città in modo da condividere il piacere della lettura con tutti, anche con chi non potrebbe permettersi di acquistare libri. Segue l'evento Bookcity che si tiene annualmente a Milano, inoltre è impegnata come lettrice volontaria per il Comune di Milano nel progetto Patto per la lettura.


Commento musicale di Flaviano Braga

Ha iniziato gli studi musicali alla tenera età di sei anni, fondamentale nella sua formazione è l’incontro con Eugenia Marini. Considerato dai musicisti con cui ha lavorato come un artista dotato di grande tecnica ed eclettismo musicale, Flaviano Braga spazia con disinvoltura dalla musica tradizionale a quella contemporanea. Nel 1992 inizia una lunga collaborazione con uno dei chitarristi più straordinari della scena mondiale in ambito della musica flamenco, Livio Giano la. Con lui partecipa a numerosi concerti di musica flamenco in Italia e all’estero e realizza diversi lavori discografici. Nella sua attività concertistica Flaviano ha inoltre collaborato con musicisti come,Marco Detto, Stefano Bagnoli, Marco Ricci, Giovanni Giorgi, Max De Aloe,Francesco D’auria, Giuseppe Canone, Flavio Minardo, Stefano Bassi,Riccardo Tammaccaro, Marco Porcu, Claudio Taddei, Antonio Canales,Oscar de Los Reyes, Eugenio Finardi. Ha suonato in numerosi Festival in Italia, Svizzera, Francia, Spagna, Germania, Repubblica Ceca e realizzato due tournee in Giappone esibendosi nei più prestigiosi teatri del paese come il Tokio Bunka Kaikan, Kobe Kokusai Kaikan, Royal Festival HallOsaka.